prima pagina

locomotivapore.pngOggi, dalle 11 alle 15 Trenitalia ha fermato quattro treni della linea Milano-Torino, prima alla stazione di Milano, poi in quella di Novara, infine a Porta Susa, per complessive tre ore, per impedire alle persone che venivano dal Veneto, dalla Lombardia e da Milano di partecipare alla manifestazione di Torino contro il TAV Torino-Lione. Missione compiuta. Siamo arrivati alle 17,  a manifestazione conclusa.
Per giustificare questo abuso hanno più volte ripetuto che c'erano dei manifestanti sui binari a Novara e a Porta Susa. Falso. Non c'è n'era alcuno, non ci sono stati tafferugli né insulti. Tutti i viaggiatori - in gran parte giovani, molti anziani e parecchi viaggiatori che non erano manifestanti - avevano un regolare biglietto, peraltro controllato uno a uno dalla Polizia.
Si tratta di una violazione del diritto di manifestare gravissima e senza precedenti, che meriterebbe un procedimento di ufficio da parte della Procure di Milano, Novara e Torino per interruzione di pubblico servizio con l'aggravante dei motivi abbietti. Ma tant'è. Viviamo sotto il regime d Renzi e del PD. Qualche organo di stampa o qualche emittente proverà a chiedere conto di questo abuso? O il regime di Renzi e del PD non lo consente? Guido Viale

Who's online

There are currently 0 users online.